Indice articoli

>>La cedolare secca

La “cedolare secca” è una modalità di tassazione dei canoni d’affitto alternativa a quella ordinaria e che, a certe condizioni, può essere scelta dal locatore.

Essa consiste nell’applicare al canone annuo di locazione un’imposta fissa, in sostituzione dell’Irpef e delle relative addizionali, dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo.

IMPOSTE DOVUTE CON IL REGIME DELLA CEDOLARE SECCA

TIPO DI CONTRATTO IMPOSTA
SOSTITUTIVA
IMPOSTE
NON DOVUTE
per i contratti di locazione
a canone libero
21%
del canone annuo
stabilito dalle parti

Irpef

Addizionale regionale
e
Addizionale comunale
(per la parte derivante dal reddito
dell’immobile)

Imposta di registro
(compresa quella su risoluzione e
proroga del contratto di locazione)

Imposta di bollo
(compresa quella, se dovuta, sulla
risoluzione e sulle proroghe)

per i contratti di locazione a canone concordato e relativi alle abitazioni che si trovano:

  • nei Comuni ad alta tensione abitativa (individuati dal Cipe)
  • nei Comuni con carenze di disponibilità abitative (*)
  • nei Comuni per i quali è stato deliberato, nei 5 anni precedenti il 28 maggio 2014 (data di entrata in vigore della legge di conversione del Dl 47/2014), lo stato di emergenza a seguito del verificarsi di eventi calamitosi

10%
del canone annuo
per il quadriennio
2014-2017


15% dal 2018

Resta l’obbligo di versare l’imposta di registro per la cessione del contratto di locazione

(*) Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia e comuni confinanti; gli altri comuni capoluogo di provincia.

L’imposta sostitutiva si applica sul totale del canone annuo di locazione, senza considerare le riduzioni forfetarie previste nel regime ordinario di tassazione.

ATTENZIONE
Scegliendo la cedolare secca il locatore rinuncia, per un periodo corrispondente alla durata dell’opzione, alla facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone, anche se prevista nel contratto, a qualsiasi titolo (incluso quello per adeguamento Istat).
La rinuncia alla facoltà di aggiornamento deve essere comunicata al conduttore, con lettera raccomandata. È esclusa la validità della raccomandata consegnata a mano, anche con ricevuta sottoscritta dal conduttore. In caso di più conduttori, l’opzione va comunicata a ciascuno di essi.
Per i contratti di locazione di durata complessiva nell’anno inferiore a trenta giorni (per i quali non vige l’obbligo di registrazione) e per quelli in cui è indicata espressamente la rinuncia, a qualsiasi titolo, all’aggiornamento del canone, non è necessario inviare al conduttore alcuna comunicazione.
CONTRIBUENTI E IMMOBILI INTERESSATI

La cedolare secca è riservata alle persone fisiche titolari del diritto di proprietà o di diritto reale di godimento sulle unità immobiliari locate (usufrutto, uso, abitazione), che non locano l’immobile nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni. Non possono aderire le società, le associazioni e gli enti, commerciali e non commerciali.

Gli immobili per i quali si può scegliere il regime della cedolare sono le unità locate per fini abitativi appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa l’A10 - uffici o studi privati) e quelle per le quali sia stata presentata domanda di accatastamento in una di queste categorie.

Sono esclusi, quindi, gli immobili che, pur avendo i requisiti di fatto per essere destinati ad uso abitativo, sono iscritti in una categoria catastale diversa (per esempio, fabbricati accatastati come uffici o negozi). Così come sono fuori dall’applicazione della cedolare secca i contratti di locazione di immobili accatastati come abitativi, ma locati per uso ufficio o promiscuo.

La cedolare può essere scelta anche per le pertinenze locate congiuntamente all’abitazione, oppure con contratto separato e successivo, ma a condizione che locatore e locatario siano le stesse persone e che nel contratto di locazione della pertinenza si faccia riferimento a quello di locazione dell’immobile abitativo, evidenziando la sussistenza del vincolo pertinenziale con l’abitazione già locata.

Non è possibile scegliere la cedolare per i contratti di locazione di immobili situati all’estero e
per i contratti di sublocazione. In entrambi i casi, infatti, i relativi redditi rientrano nella
categoria dei redditi diversi e non fra i redditi fondiari.

Con riferimento all’attività esercitata dal locatario e all’utilizzo dell’immobile locato, il regime della cedolare non può essere applicato ai contratti di locazione conclusi con locatari che agiscono nell’esercizio di attività di impresa o di lavoro autonomo, indipendentemente dal successivo utilizzo dell’immobile per finalità abitative di collaboratori e dipendenti. In pratica, la cedolare secca può essere scelta solo se entrambe le parti agiscono da “privati”.

Può essere esercitata l’opzione, invece, per i contratti di locazione conclusi con soggetti che non agiscono nell’esercizio di imprese, arti o professioni (compresi quelli con enti pubblici o privati non commerciali, purché risulti dal contratto di locazione la destinazione dell’uso abitativo dell’immobile).

L'opzione può essere esercitata anche per le unità immobiliari abitative locate nei confronti di cooperative edilizie per la locazione o enti senza scopo di lucro, purché sublocate a studenti universitari e date a disposizione dei Comuni, con rinuncia all'aggiornamento del canone di locazione o assegnazione (DL 47/2014 - Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015).

QUANDO SCEGLIERE LA CEDOLARE

L’opzione può essere esercitata:

  • alla registrazione del contratto
  • nelle annualità successive, nel termine previsto per il versamento dell’imposta di registro, cioè entro 30 giorni dalla scadenza di ciascuna annualità
  • in caso di proroga, anche tacita, del contratto di locazione. Anche in questo caso, l’opzione va esercitata nel termine previsto per il versamento dell’imposta di registro, cioè entro 30 giorni dalla proroga.

Quando non c’è l’obbligo di registrazione in termine fisso (contratti la cui durata non superi i trenta giorni complessivi nell’anno), il locatore può applicare la cedolare secca nella dichiarazione dei redditi - relativa all’anno nel quale il reddito è prodotto - oppure esercitare l’opzione alla registrazione, in caso d’uso o volontaria.

Il limite di durata dei trenta giorni deve essere determinato computando tutti i rapporti di locazione, di durata anche inferiore a trenta giorni, intercorsi nell'anno con il medesimo locatario.

DURATA DELL’OPZIONE E REVOCA

L’opzione per la cedolare secca comporta che il locatore applichi il regime scelto per l’intero periodo di durata del contratto (o della proroga) o, nei casi in cui l’opzione sia esercitata nelle annualità successive alla prima, per il residuo periodo di durata del contratto.

Il locatore ha comunque la facoltà di revocare l’opzione in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella in cui la stessa è stata esercitata.

La revoca deve essere effettuata entro il termine previsto per il pagamento dell’imposta di registro relativa all’annualità di riferimento e comporta il versamento della stessa imposta.

E’ sempre possibile esercitare l’opzione nelle annualità successive, rientrando nel regime della cedolare secca.
In ogni caso, le imposte di registro e bollo già versate non possono essere rimborsate.

EFFETTI DELLA CEDOLARE SUL REDDITO

Il reddito assoggettato a cedolare secca, pur non rientrando nel reddito complessivo per il calcolo dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito fondiario), deve essere considerato nel computo di quello in base al quale:

  • è determinata la condizione di familiare fiscalmente a carico o la misura di deduzioni e detrazioni (come, per esempio, quella per erogazioni liberali in favore di associazioni senza scopo di lucro, che spettano nel limite massimo del 2 per cento del reddito complessivo)
  • sono calcolate le detrazioni per carichi di famiglia, le altre collegate al tipo di reddito posseduto e quelle per canoni di locazione
  • è stabilita la spettanza o la misura di benefici, fiscali e non, collegati al possesso di requisiti reddituali (quali, in particolare, l'Isee).

In ogni caso, i dati dell’immobile locato e gli estremi di registrazione del contratto vanno riportati in dichiarazione (quadro B del modello 730, quadro RB del modello Unico Pf).

>>La registrazione del contratto e la scelta della cedolare

Il contratto di locazione può essere registrato telematicamente, attraverso Fisconline o Entratel, oppure presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia, anche quando si sceglie il regime della cedolare secca contestualmente alla richiesta di registrazione.

Il prodotto di riferimento da utilizzare per la registrazione è “RLI”:

  • software o ambiente web, per la registrazione telematica
  • modello, per la presentazione in ufficio (nel qual caso, non essendo dovute le imposte di registro e di bollo, è sufficiente portare con sé il modello RLI e le copie del contratto).

Anche per registrare i contratti con opzione per la cedolare secca è possibile ricorrere a un intermediario abilitato (professionisti, associazioni di categoria, Caf, eccetera) o a un delegato.

Con RLI, software, ambiente web o modello in ufficio, è possibile anche esercitare la revoca o optare per la cedolare secca nei casi in cui la scelta sia fatta:

  • in un’annualità successiva (entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità precedente)
  • in fase di proroga, anche tacita, del contratto di locazione (entro 30 giorni dal momento della proroga).

>>Il pagamento dell’imposta sostitutiva

Per il pagamento dell’imposta sostitutiva, scadenze e modalità (acconto e saldo) sono le stesse dell’Irpef. E’ possibile anche compensare l’imposta dovuta con eventuali crediti. A cambiare è la misura dell’acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente.

Acconto
In generale, l’acconto non è dovuto nel primo anno di esercizio dell’opzione per la cedolare secca, poiché manca la base imponibile di riferimento, cioè l’imposta sostitutiva dovuta per il periodo precedente.

Il pagamento dell’acconto è dovuto se l’importo dell’imposta sostitutiva dovuta per l’anno precedente supera i 51,65 euro. In questo caso, il versamento dell’acconto va effettuato:

  • in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro
  • in due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro
    − la prima, pari al 38% (40% del 95%) dell’imposta dell’anno precedente, entro il 16 giugno (o il 16 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%)
    − la seconda, del restante 57% (60% del 95%), entro il 30 novembre.

ATTENZIONE
La prima rata dell’acconto può essere versata anche a rate. Sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le medesime disposizioni previste per la rateazione dell’Irpef.

Versamento a saldo
Anche per il saldo dell’imposta sostitutiva si applicano le stesse regole previste per l’Irpef: il versamento va effettuato entro il 16 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 16 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%.

Per il versamento dell’imposta sostitutiva con il modello F24 vanno utilizzati i seguenti codici
tributo:

  • 1840- Cedolare secca locazioni – Acconto prima rata
  • 1841 - Cedolare secca locazioni – Acconto seconda rata o unica soluzione
  • 1842 - Cedolare secca locazioni – Saldo

>>Casi particolari

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI PIU’ IMMOBILI

Se il contratto di locazione riguarda più unità immobiliari, è possibile scegliere la cedolare anche solo per alcune di esse. In questo caso, l’imposta di registro deve essere calcolata sui canoni degli immobili senza cedolare.

Qualora sia indicato un canone unitario, l’imposta di registro è dovuta sulla quota di canone imputabile agli immobili per i quali non trova applicazione il regime della cedolare secca, determinata in misura proporzionale alla rendita catastale.

Esempio: contratto di un anno per tre immobili, con un corrispettivo contrattuale complessivo annuo di 45.000 euro. Gli immobili oggetto del contratto sono:
A) immobile abitativo di categoria catastale A1, rendita 1.100 euro
B) immobile abitativo di categoria catastale A2, rendita 900 euro
C) immobile non abitativo di categoria catastale C1, rendita catastale 2.000 euro.

Il locatore sceglie la cedolare secca solo per l’immobile A.

L’imposta di registro deve essere corrisposta solo sul corrispettivo riferibile agli immobili B e C, determinato in proporzione alla rendita catastale degli stessi
Rendita B / Rendita totale = 900/4.000 x 100 = 22,5%
Rendita C / Rendita totale = 2.000/4.000 x 100 = 50,0%
Corrispettivo riferibile agli immobili B e C = 45.000 x 72,5% = 32.625

L’imposta di registro da corrispondere, solidalmente dalle parti contraenti, alla registrazione del contratto, è pari a 652,50 euro (32.625 x 2%).

Sul contratto di locazione deve essere, comunque, corrisposta l’imposta di bollo nella misura
ordinaria.

E’ possibile scegliere la cedolare anche quando l’immobile abitativo è locato con lo stesso contratto con il quale si affitta anche un fabbricato strumentale. In questo caso, la quota riferibile all’immobile per il quale si intende applicare la cedolare secca (l’immobile abitativo) va determinato in proporzione alla rendita catastale dei fabbricati.

PRESENZA DI PIU’ LOCATORI

Se ci sono più locatori, ognuno di loro può scegliere di applicare la cedolare o meno. Se non tutti optano per la cedolare:

  • deve essere pagata l’imposta di bollo
  • i locatori che non applicano la cedolare devono pagare - in solido con il conduttore - l’imposta di registro, calcolata sulla parte del canone che corrisponde alla propria quota di possesso
  • la rinuncia agli aggiornamenti del canone ha effetto per tutti i locatori.
LOCAZIONE PARZIALE

E’ possibile scegliere la cedolare secca anche se si affitta una singola camera dell’abitazione. Tuttavia, va considerato che, nel caso siano locate - con diversi contratti - più porzioni di un’unità abitativa con un’unica rendita (per esempio, più stanze della stessa abitazione), tutti i redditi di locazione debbono essere tassati allo stesso modo. Quindi, la scelta per l’applicazione della cedolare per un contratto di locazione di una camera obbliga il locatore all’esercizio dell’opzione anche per il reddito derivante dalla contemporanea locazione di altre porzioni della stessa abitazione.

COMPROPRIETARIO NON RISULTANTE DAL CONTRATTO

Nel caso di un immobile in comproprietà, il contratto di locazione stipulato da uno solo dei proprietari ha effetti anche nei confronti di quello non presente nell’atto. Ne consegue che anche quest’ultimo ha la possibilità di optare per la cedolare secca (nel qual caso, anche lui deve comunicare preventivamente al conduttore, tramite lettera raccomandata, la rinuncia a esercitare la facoltà di chiedere l'aggiornamento del canone a qualsiasi titolo).

TRASFERIMENTO DI IMMOBILE LOCATO

L’opzione per la cedolare secca cessa di avere efficacia con il trasferimento dell’immobile locato, mentre continua ad avere effetto fino al termine dell’annualità contrattuale per l’imposta di registro e di bollo. Non sussistendo l’obbligo di stipulare un nuovo contratto, i nuovi titolari potranno optare per la cedolare secca entro trenta giorni dalla data del subentro.

Fonte: Agenzia delle Entrate - Fisco e Casa: le Locazioni (gennaio 2015)

Locazione e Affitto

Completezza informazioni ottenute: 98.87% - 1254 voti
Facilità d'uso: 96.86% - 1142 voti

Vota questa pagina! Ci aiuterà a migliorare i nostri servizi...a tua disposizione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

silvia
0 # www.akifix.comsilvia 2019-04-10 09:33
annualita successiva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
franco
+1 # sigfranco 2019-03-08 12:43
ottimo programma di grande utilita'
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ANNA
+1 # OTTIMOANNA 2019-02-18 11:03
veloce e facile da utilizzare. ottimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
SILVIA
0 # IMPIEGATOSILVIA 2019-01-07 12:35
CALCOLO IMPOSTA DI REGISTRO CON RAVVEDIMENTO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
gennaro
+1 # impiegatogennaro 2018-12-21 13:20
veloce e facile da utilizzare. ottimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
noemi
0 # regnoemi 2018-10-26 13:53
calcolo imposta pagato in ritardo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
mario
+1 # servizio utilissimomario 2018-10-21 18:05
ok grazie ,sevizio di grande utilità complimenti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Erika
0 # Sig. raErika 2018-10-16 19:56
verifica calcolo sanzioni e interessi annualità successiva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
paolo
+1 # rlipaolo 2018-10-12 09:39
interessaato al calcolo delle sanzioni e interessi tardiva registrazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
riccardo
+2 # wwwriccardo 2018-10-10 12:43
ottimo prodotto utile e aggiornato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mara
0 # dott.Mara 2018-10-08 12:38
calcolo imposta registro ritardo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
iole
0 # sig.raiole 2018-10-05 16:36
calcolo imposta pagato in ritardo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ANGELO
0 # dott.ANGELO 2018-09-18 10:05
locazione immobile non abitativo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
grazia
+2 # mggrazia 2018-09-12 12:09
ottimo servizio di calcolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
nicoletta
0 # Contratto locazionenicoletta 2018-06-26 09:29
Pneusmarket - Tyre richiesta per contratto locazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
stefania
+2 # profstefania 2018-06-25 11:07
ottimo servizio di calcolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ferd
+2 # mrferd 2018-06-13 10:15
ok grazieeeeeee...................................... .....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Monica
+2 # registroMonica 2018-06-05 09:42
Servizio molto utile. Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
DANIELE VENERUSO
+2 # dottoreDANIELE VENERUSO 2018-03-15 12:02
grazie............................................ ...........
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ottimo programma
+2 # provaottimo programma 2018-03-09 20:16
ottimo programma di calcolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
MIRKO
0 # mirkoMIRKO 2018-02-22 17:05
tutto molto ok veramente ok
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
raffaele
0 # provaraffaele 2018-02-19 16:08
prova per valutazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Irene Tasso
+2 # calcolo imposta annualità successivaIrene Tasso 2018-02-05 11:45
calcolo imposta annualità successiva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ANTONELLA
+1 # calcolo imposta registroANTONELLA 2018-01-22 16:37
CALCOLO IMPOSTA DI REGISTRO PAGATA IN RITARDO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
enrico
+1 # calcolo spese di registrazioneenrico 2018-01-18 11:40
calcolo spese di registrazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
max
+1 # www.google.itmax 2018-01-13 11:06
bene. il calcolo è corretto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
MARIA LUISA BULLITA
0 # fataMARIA LUISA BULLITA 2018-01-08 12:08
locazione risolata nel 2012 mai cancellata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
VINCENZO MATTIUCCI
0 # locazioneVINCENZO MATTIUCCI 2017-12-16 14:11
buon programma di calcolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
VINCENZO MATTIUCCI
0 # locazioneVINCENZO MATTIUCCI 2017-12-16 13:59
informazioni molto utili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
alice
0 # w&palice 2017-12-15 17:41
calcolo annualità successiva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ecu Failures
0 # Locazione e Affitto d'Immobili: Calcolo Imposteecu Failures 2017-12-09 10:12
I've been surfing online more than 3 hours as of late, but I by no means found any
attention-grabbing article like yours. It's pretty value sufficient for me.
In my view, if all web owners and bloggers made good content as you did, the net will probably be a lot more helpful than ever before.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
patata
0 # okpatata 2017-12-09 09:20
ottimo servizio dovrebbe essere esteso anche ad altri adempimenti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
paintball
0 # Locazione e Affitto d'Immobili: Calcolo Impostepaintball 2017-09-18 04:04
We're a gaggle of volunteers and starting a new scheme in our community.
Your website provided us with valuable info to work on. You've done a formidable
job and our whole group can be grateful to you.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Roberto
+2 # Geom.Roberto 2017-08-12 10:06
Ottimo programma, molto utile
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
A R 77
0 # COMMERCIALISTAA R 77 2017-08-07 14:42
Ravvedimento entro l'anno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Simone
+2 # Errore sanzione risoluzione cedolare seccaSimone 2017-08-02 15:47
Complimenti per il sito ed il servizio,
Ho notato però che la sanzione per la risoluzione di un contratto con cedolare secca comunicata con modello RLI dopo trenta giorni dal giorno effettivo della risoluzione da un importo di 67€ (come per i contratti senza cedolare) anzichè dare l'importo di € 100 (a titolo di sanzione) come riportato nel sito dell'agenzia delle entrate.
Grazie per la risposta
Simone
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
+1 # Errore sanzione risoluzione cedolare seccaMirko M. 2017-08-02 18:18
Grazie Simone per la sua preziosa segnalazione.
Nell'attesa di aggiornare il calcolatore, anche in vista di alcune novità previste per il mese di settembre 2017, a titolo informativo indichiamo, insieme a lei, alcuni dati certi sull'argomento proposto.
L'AdE con RISOLUZIONE N. 30/E del 10/03/2017 provvede all'"Istituzione del codice tributo per il versamento, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, della sanzione di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, e successive modificazioni".
L'AdE indica che "In caso di mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga, anche tacita, o alla risoluzione del contratto di locazione per il quale è stata esercitata l'opzione per l'applicazione della cedolare secca, entro trenta giorni dal verificarsi dell'evento, si applica la sanzione nella misura fissa pari a euro 100, ridotta a euro 50 se la comunicazione è presentata con ritardo non superiore a trenta giorni".
Indica inoltre che "della suddetta sanzione è istituito il seguente codice tributo:  “1511” denominato “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzione per mancata comunicazione di proroga o risoluzione del contratto soggetto a cedolare secca”.
Ringraziandola per il suo commento e per l'attenzione posta, restiamo in attesa di ricevere suoi suggerimenti su come migliorare i servizi di calcolo presenti nel sito, al fine di rendere fruibile l'informazione immobiliare più completa e corretta possibile.
A presto. Mirko M.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
GINO
+1 # OK OTTIMOGINO 2017-07-22 13:02
interessante l'applicazione presente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
valeria
+2 # sanzionivaleria 2017-04-26 17:45
calcolo sanzioni e interessi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Fulgenzio Procopio
+2 # calcoloFulgenzio Procopio 2017-02-17 17:13
Programma molto utile ed intuitivo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Gianni
+1 # CalcolatoreGianni 2017-01-13 16:06
Grazie per questo calcolatore. Non credevo potesse essere così complessa la casistica sui contratti di affitto e loro adempimenti. Complimenti per questo utile strumento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Carlo S.
+1 # Grande calcolatoreCarlo S. 2016-08-27 10:57
Grazie per questo calcolatore. Lo condivido con i miei collaboratori
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
paolo
-3 # imp d bollopaolo 2016-07-30 11:17
imp bollo e registro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Giana
0 # ErroreGiana 2016-07-27 12:45
Buongiorno, purtroppo non riesco a calcolare gli interessi di ritardo su una proroga in quanto non mi permette di inserire le date corrette.
L'ho fatto altre volte in passato senza mai riscontrare errori..
Posso avere un aiuto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
0 # Date per calcolo imposteMirko M. 2016-07-27 16:25
Salve Giana.
Prima di tutto la ringraziamo per questo post.
Abbiamo inserito, nei campi data e in altri campi, alcuni controlli che possano permettere la verifica da parte dell'utente dell'esattezza delle informazioni già nella fase di inserimento: tanto più l'apporto di dati è corretto e completo, tanto più è esatta la loro elaborazione.
Nello specifico: se la data inserita è errata si deve procedere alla completa cancellazione e all'integrale nuova digitazione della stessa. E' possibile usare il calendario che "scende" per ogni campo data o la digitazione nel formato aa/mm/aaaa.
Per ogni altra info e per accogliere ogni suggerimento atto a migliorare questo strumento può contare sulla nostra disponibilità!
Buon lavoro. Mirko.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Rosanna
+4 # ottimo programmaRosanna 2016-07-21 10:54
ottimo programma non si trova niente di simile in giro per il web...credo che lo userò motlo spesso Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Marco Molla
+2 # Grazie!Marco Molla 2016-07-08 14:36
Grazie infinite per questo ottimo servizio!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
pietro
+2 # provapietro 2016-06-16 22:17
Grazie per la Vs/ piattaforma
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Studio Sairti & C.
+3 # Calcolatore imposteStudio Sairti & C. 2016-06-14 17:15
Buonasera. Dopo aver testato il Vostro calcolatore ci complimentiamo per questo servizio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ros
+1 # calcolo imposteros 2016-05-31 11:13
ottimo servizio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
marco
+1 # ottimomarco 2016-05-26 16:41
ottimo servizio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mauro
+1 # Ottimo SitoMauro 2016-05-26 12:21
Da consigliare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mauro
+1 # Ottimo sitoMauro 2016-05-26 12:20
ottimo sito e servizio
da consigliare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
saverio
+1 # RISOLUZIONE: imposta di registro per i fondi rusticisaverio 2016-05-25 12:15
Per le risoluzioni senza corrispettivo dei contratti di locazione di immobili urbani con durata di più anni, l’imposta si paga nella misura fissa di 67 euro. Negli altri casi (per esempio, locazione di immobili non urbani), l’imposta si applica ai canoni ancora dovuti nella misura del 2% o dello 0,5% se si tratta di fondi rustici. Dal calcolo onLine invece mi da sempre un'imposta di 67 euro anche per i fondi rustici: potete aiutarmi a capire?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
+1 # RISOLUZIONE: imposta di registro per i fondi rusticiMirko M. 2016-05-26 17:27
Salve Saverio. Lei ha individuato - correttamente - un estratto di quanto riportato nel sito dell'Agenzia delle Entrate alla pagina "Quanto si Paga".
Il calcolatore, per il caso da lei prospettato e specificamente per gli immobili DIVERSI da quelli urbani, non prevede - ancora - l'inserimento di variabili (canone, eventuale corrispettivo, durata). Il dato che si ottiene può considerarsi "prudenziale" poichè tiene conto dell'importo minimo (67,00 Euro) che va versato, oltre a eventuali sanzioni e interessi sullo stesso importo.
Provvederemo quanto prima ad integrare il calcolatore con quanto da lei evidenziato.
Grazie per il suo contributo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
0 # RISOLUZIONE: imposta di registro per i fondi rusticiMirko M. 2016-06-14 18:10
Salve Saverio.
Può ora testare il calcolatore nella parte relativa alla RISOLUZIONE per contratti di affitto d'immobili diversi da quelli urbani: con o senza corrispettivo.
Buon lavoro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
giuseppe
+2 # mancata proroga cedolare seccagiuseppe 2016-05-18 10:32
mancata proroga contratto a cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Moreno
+1 # GrazieMoreno 2016-05-12 09:42
ottimo servizio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Davide
+1 # errata aliquotaDavide 2016-05-12 00:27
Ottimo strumento. Segnalo, però, che ora l'aliquota sull'imposta di registro per la ritardata registrazione entro 90 gg è il 13,33%
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
+1 # Conferma aliquota 12%Mirko M. 2016-05-12 11:03
Grazie Davide per il tuo contributo: ci fa piacere che la tua attenzione abbia portato ad una analisi delle informazioni e ad una verifica/rettifica dei calcoli.
Per il caso da te indicato confermiamo l'aliquota del 12%, così come inserita nel codice di programmazione di questo calcolatore. Di seguito la fonte normativa.
Ravvedimento 'breve' ex D.Lgs. 472/97, art. 13, c. 1 lett c) : "La sanzione e' ridotta [...] ad un decimo del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni [...]"
Nell'attesa di poter ricevere un tuo ulteriore utile post ti auguriamo buon lavoro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
tt
+1 # utilett 2016-05-05 18:36
utilissimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ANTONIO TODISCO
+1 # fantasticoANTONIO TODISCO 2016-04-21 19:18
funziona benissimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
nini
+2 # grazienini 2016-04-12 17:16
Veloce e preciso
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
antonio
+1 # ottimo servizioantonio 2016-04-12 12:46
grazie per l'ottimo servizio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Christian
+1 # prova calcoloChristian 2016-02-05 14:26
tentativo di registrazione contratto tardivo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Michele
+1 # VeloceMichele 2016-01-30 16:45
Veloce e preciso e OK
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
ANTONINO BIONDO
+1 # ottimo servizioANTONINO BIONDO 2016-01-29 11:21
semplice e veloce
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
Mirko M.
0 # ottimo servizioMirko M. 2016-01-29 12:14
Grazie Antonino per aver utilizzato il calcolatore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore